Korano, Big e Nina


News in tempo reale:
Seguite questa pagina per essere aggiornati in tempo reale. 
Qui sotto tutta la loro storia dall'inizio
Ottobre 2017: Big e Korano cercano casa urgentemente. Nina adottata già l'anno scorso!

Novembre 2017: un ringraziamento speciale ad AgireOra che ha lanciato il nostro appello alla propria mailing list. Stanno arrivando numerosissime segnalazioni. Stiamo contattando tutti e speriamo che almeno uno di questi si concretizzi in un'adozione.

11 novembre 2017: Big si è fatto male! 😭

17 dicembre 2017: ADOTTATI ! 💪🙌💚

1 marzo 2018: una terribile notizia

14 giugno 2018: Big dissequestrato, si ricomincia a cercare casa.

                        E si cerca disperatamente Korano..... 





TUTTA LA LORO STORIA
Chi sono (settembre 2016)
Si chiamano Korano, Big e Nina, sono rispettivamente due cavalli e un’asina, che i nostri soci Maxim, Daniele e Cristiana hanno trovato a Ceggia a settembre 2016. Il proprietario non si occupava di loro, li abbiamo trovati malnutriti, trascurati, ammalati. Ci siamo dati da fare per portali via e dare loro uno stallo temporaneo finchè non avessimo trovato una casa definitiva per loro. 

Via da Ceggia....
Per portarli via da Ceggia serviva denaro per coprire le spese di trasporto che  sono ammontate a 350 euro. Noi di Naica come tutte le associazioni, siamo volontari e possiamo solo organizzare eventi e collette per raccogliere gli importi necessari. Quindi per coprire tali spese abbiamo iniziato una colletta. Abbiamo portato i nostri salvadanai in giro e abbiamo raccolto i primi soldi per trasportarli.

Il video
Abbiamo montato un video per far conoscere la loro storia. E' il primo video, capitolo 1. Ne faremo altri per raccontarvi il seguito.


 Capitolo 1

Malati
Purtroppo i nostri tre amici non sono giovani come ci è stato detto. Sono due cavalli dal manto Baio, nati alla fine degli anni '90, entrambi castrati.
L'abbandono ha determinato anche uno stato di salute precario, quindi hanno bisogno di cure mediche. E così le spese non sono finite con il trasporto ma continuano con le spese veterinarie finchè non staranno bene. Non hanno malattie, stanno solo male per le condizioni in cui sono stati messi. 
Sono magri, hanno bisogno di metter su peso e quindi mangiare un cibo più ricco e nutriente (come il Wafer, pastoni, ecc.) Big soffre di dermatiti e va seguito con pulizie, pomate e controlli quotidiani.
E noi si spera e ci si impegna che si rimettano in forma! L'unica cosa che non si potrà recuperare è l'occhio cieco di Korano, aggravato da un glaucoma da trauma :( Ma l'altro occhio è sano e lui è un cavallo buonissimo!


Per la loro tutela
Noi di Naica ci siamo preoccupati di mettere a posto tutti i loro documenti. Sia dal punto di vista medico, quindi il Coggins Test (negativo! stanno bene) e il trattamento vermifugo; sia dal punto di vista legale, quindi il passaggio di proprietà a nome dell'associazione e la dichiarazione che NON saranno MAI "carne da macello". Tante carte, tasse, spedizioni documenti, telefonate agli enti preposti, viaggi a Belluno... e ci siamo fatti un po' di esperienza nel mondo dei cavalli di cui non conoscevamo i dettagli e abbiamo ancora tanto da scoprire e imparare.

Nigar
Così i nostri tre amici equidi sono arrivati a Sedico, Belluno, da Nigar, ed è un posto bellissimo, in montagna. Nigar li ha accolti, ha dato loro le prime cure. E' stato un lavorone, avevano dermatiti e gli zoccoli in condizioni pessime, ci sono volute tante sedute per rimettere a posto le loro zampe. Per settimane Nina ha continuato a camminare alzando vistosamente le zampe, com'era abituata a fare, pensando di avere ancora le unghie lunghe. Deve aver sofferto più di tutti per i suoi zoccoli molto mal messi. E quanto hanno mangiato da Nigar! Si sono abbuffati di balle di fieno e integratori per metter su peso e recuperare forze. Erano davvero affamati!



Nina adottata!
E c'è la bella notizia che Nigar ha adottato Nina! Siamo felici per l'asina che ora ha trovato una casa definitiva.
Korano e Big invece restano in stallo temporaneo da Nigar che ha numerosi cavalli, cani, uccelli e altri amici pelosi che ha salvato e che cura. Non può tenere anche i nostri amici.

Miglioramenti (estate 2017)
Intanto il tempo passa e arriva l'estate del 2017. Korano e Big stanno meglio, hanno imparato a mangiare l'erba! Eh già, non sapevano nemmeno che l'erba si potesse mangiare. Questo fa pensare in che condizioni vivevano prima! E noi di Naica si continua a cercare una casa per loro ma è un'impresa difficile. Abbiamo contattato maneggi, santuari, oasi ma sono tutti in difficoltà, fanno fatica ad andare avanti già con i loro cavalli, non possono prendere altri. Korano e Big non sono più giovani e non possono più essere montati e lavorare. Noi per loro vogliamo solo che stiano in pace per l'ultima parte della loro vita. Che possano venir adottati come animali da compagnia, come cani e gatti che entrano nelle famiglie. Sono cavalli dolcissimi, che nonostante il maltrattamento non hanno perduto la fiducia nell'essere umano. Non hanno paura e non hanno reazioni violente, anzi, sono buonissimi e docili.




Ecco qui Nina!
E' diventata bellissima! 
Si è ripresa del tutto ed è in gran forma!


Spese
In tutti questi mesi, prima dell'arrivo dell'erba sono serviti molti soldi, per curarli e sfamarli.
Per raccogliere denaro abbiamo organizzato una cena e una gita e i 1000 euro raccolti sono stati spesi per loro. 
Ma finchè non troviamo una casa definitiva, ne occorreranno degli altri. Putroppo un cavallo non è come un gatto, mangia molto di più, ha bisogno di manutenzione degli zoccoli e i nostri anche di cure mediche, per le ferite di Big e per gli integratori per rimettere in forma entrambi.

La colletta per salvarli

Abbiamo anche creato dei gadget per loro. Ecco qui delle belle cartoline fotografiche! Le trovate nei nostri mercatini e banchetti










Partenza di Nigar (settembre 2017)
Ma a settembre del 2017 Nigar deve trasferirsi altrove. Il suo maneggio sta passando ad un altro gestore che non può tenerli. La scadenza è ormai prossima e aumentiamo il nostro impegno divulgando appelli, telefonando a tutti i contatti che ci sono stati dati. AgireOra ci aiuta con la sua mailing list e arrivano un sacco di consigli e tanti altri nomi da contattare. Ma ancora nulla di definitivo...

Un passo indietro
E vengono spostati insieme ad altri cavalli. Ora non è più possibile dar loro del cibo mirato, poichè in un branco mangiano tutti. La dermatite di Big non viene più seguita e peggiora. Dimagriscono ancora e presto, con l'autunno alle porte, l'erba finirà. Serviranno soldi per comprare fieno e integratori.


Sono due cavalli buonissimi
Tranquilli e docili, Big e Korano non mostrano alcun nervosismo e conseguenze dal maltrattamento, hanno solo bisogno di essere seguiti e curati, in modo particolare ancora per qualche mese e poi essere amati per il resto della loro vita. Sapranno anche loro dare molto in cambio. Chi l'ha provata, l'amicizia con un cavallo, sa che è davvero speciale.

In tutto il Nord Italia ma non oltre Roma
Ormai manca poco, siamo a ottobre 2017 e intensifichiamo le nostre ricerche in tutto il nord Italia e fino a Roma. Non andiamo troppo oltre poichè il viaggio di trasporto sarebbe troppo lungo e faticoso per loro. Lo prenderemo in considerazione solo se non ci saranno alternative. Comunque ad ogni stress psicologico e fisico, il cavallo solitamente perde peso e bisogna comunque aumentare la quantità e la qualità del cibo.


Un anno (ottobre 2017)
E' passato un anno dal loro salvataggio e i due cavalli sono ancora sotto le nostre spese. E l'erba è quasi finita. Non possiamo farcela. I cavalli hanno diritto ad una casa definitiva, non di stalli o posti precari.
Quindi pubblichiamo il nostro iban in rete per ricevere donazioni.
IBAN : IT95E0335967684510700167672 - Intestato a : NAICA
Causale : Donazione per Korano e Big.
E pubblichiamo in chiaro tutte le loro problematiche perchè vogliamo assolutamente che chi li adotta sia a conoscenza delle loro condizioni, in modo trasparente, e che sia pronto ad affrontarle.

Il nuovo gestore (16 ottobre 2017)
Partiamo da Trieste e andiamo a Sedico a trovare i nostri amici cavalli e a conoscere il nuovo gestore Davide, che si presenta disponibile a tenerli ancora per un po' ma ci saranno delle spese di gestione dei box e per il cibo. Scopriamo così che Nigar se ne è andata molto tempo prima di quando ci ha detto, alcuni suoi cavalli sono ancora a Sedico. Quando verrà a prenderli?
Siamo un po’ perplessi, andando a ritroso, capiamo che ci sono stati diversi fraintendimenti, già dall’inizio, quando credevamo che l’intenzione era di tenere i cavalli in modo definitivo e non uno stallo, ma pensavamo di aver capito male. O forse questo cambiamento era perché i cavalli erano più vecchi e più malconci di quanto si pensasse?


Solo tre equini contro miliardi....
Sì, aiutare tre equini in un mondo in cui si macellano miliardi di animali è come una goccia nel mare. Ma il mare è fatto di gocce e noi ne abbiamo aiutato tre… in realtà ogni giorno con il nostro comportamento e il nostro lavoro ne salviamo tanti… magari con il nostro esempio gli animali un giorno saranno tutti salvi.

La ferita (novembre 2017)
11 novembre 2017: ci arriva una telefonata da Davide che ci avvisa che Big si è fatto male! La notizia ci fa tremare. Preoccupati per la sua salute e per le conseguenze che potrà avere, iniziamo subito a chiedere dettagliate informazioni e a contattare il veterinario del posto.
E' successo che i cavalli che stavano con i nostri sono stati spostati. Erano i cavalli di Nigar che è tornata a prendere gli ultimi dopo aver sistemato il suo nuovo maneggio. Big per correre loro dietro (i cavalli quando fanno branco creano strutture sociali) ha superato lo steccato e si è ferito.
Per fortuna l'incidente non ha causato rotture ma la ferita è profonda. Interviene il veterinario che deve applicare anestesia locale e punti. Big viene separato da Korano e messo in box per evitare infezioni e per essere medicato giornalmente. 


Una possibile adozione (novembre 2017)
Le nostre ricerche sono diventate assidue e continue. All'orizzonte sono apparse alcune possibilità, alcune vicinissime come Egle di Trichiana, altre lontane: Katia del lago di Garda, Maria Giulia di Siena, Giulia di Arezzo, Paola di Berceto, Alain di Perugia...
Predisponiamo online dei modelli per il preaffido e una bozza del contratto di adozione. Iniziano verifiche dirette con i possibili nominativi, telefonate, confrontri, chiacchierate. Purtroppo Egle non ha ancora ottenuto il terreno da lei voluto, quindi Alain di Perugia conquista la nostra fiducia. La sua Arca di Alo ci sembra il posto migliore per il futuro dei nostri amici. 

Video Youtube sull'Arca di Alo

Pagina Facebook Arca di Alo
Tutto più complicato (novembre-dicembre 2017)
L'incidente di Big ha però complicato le cose. Ora che abbiamo instaurato buoni rapporti con Alain e verificato reciprocamente che l'adozione è possibile, non possiamo trasportarli! Sono davvero sfortunati i nostri amici! Big avrà un mese di convalescenza. E non può essere lasciato fuori, va messo in box. Quindi l'incidente ha anche aumentato i nostri costi: spese veterinarie, pagamento del box. E non basta. Korano, lasciato da solo fuori, ha perso ancora peso.
E inizia il freddo, la neve. Korano deve andare urgentemente anche lui in box. Le spese lievitano ancora per medicinali, cure mediche, cibo e due box.


Un impresa il trasporto (dicembre 2017)
Big migliora di giorno in giorno e ne siamo felici, per lui e per il futuro dei due cavalli che sembra si stia volgendo verso il sereno. Trovare Alain è stata una fortuna quando avevamo quasi perso le speranze. Ma anche l'ultimo capitolo del loro salvataggio non si presenta facile. Trovare un trasportatore in un mese come dicembre di festività e impegni non è cosa semplice. E soprattutto i costi sono da paura. Sedico-Perugia andata e ritorno sono 1000 km. Ci avvisano già che saremo sui 1000 euro. E iniziano altri imprevisti. Una data favorevole è il 17 dicembre ma all'ultimo momento (tre giorni prima) salta per impegni del trasportatore! Non ci possiamo credere, una storia infinita.

Preparativi (17 dicembre 2017)
Ci buttiamo a capofitto in nuove ricerche e il giorno prima, sì proprio il giorno prima, riusciamo a combinare un nuovo trasporto con un camion di Terni, quindi in zona Perugia. Fantastico! Così il viaggio sarà abbastanza diretto. Ci assicuriamo che il camion sia idoneo e che tutto sia fatto nel migliore dei modi. Organizziamo anche la nostra partenza da Trieste per essere a Sedico quanto prima, per preparare i cavalli alla partenza, dovranno viaggiare chissà per quante ore, cinque, sei o forse più. Quindi è meglio che prendano aria, che venga fatta una nuova fasciatura a Big, che mangino e che facciano due passi.

ADOTTATI ! (17 dicembre 2017)
Ecco arrivato il grande giorno. Il camion di Terni passa a prendere Alain alle 5 di mattina e noi partiamo alle 8 da Trieste. La nostra presidente Patrizia prepara pure il pranzo per tutti, poichè Alain e l'autista non avranno modo di cercare ristoranti con i cavalli nel camion. Ed ecco che arriva Alain, finalmente ci conosciamo e mangiamo assieme. Sono tutti entusiasti delle pietanze preparate, dello strudel di Daniele, degli sfizi portati da Cristiana, dell'accoglienza e dei ... diplomi di adozione! Diplomi che consegniamo ad Alain con la firma dei contratti.
Si avvicina l'ora di partenza, i cavalli vengono preparati per salire sul camion ma Big è nervoso. Facciamo salire prima Korano così Big lo segue. Dopo un po' di nervosismo (chissà cosa pensano, forse hanno paura di essere riportati nella loro vecchia situazione) Alain li calma e partono!
E' l'ora dei saluti, di alcune foto per commemorare l'evento.


 Alain con Big


 Big e Korano pronti a partire


Ciao amici !

Viaggio (17 dicembre 2017)
Sentiamo Alain via messaggio durante il viaggio, tutto procede bene e poi lo risentiamo quando arriva a casa. E' andato tutto bene, Big e Korano passeranno la loro prima notte nel box dell'arca, si meritano tutti un buon sonno.

Ma per Naica non è finita (dicembre 2017)
Big e Korano hanno trovato finalmente casa. Per ora Naica resta "proprietaria" dei cavalli. Tutti i soldi che abbiamo versato, sono usciti con nostri debiti e risparmi personali, che dobbiamo recuperare e pagare. Lasciamo così passare dicembre che è un mese ricco di festività e cene e con il prossimo anno inizieremo a pensare agli eventi da organizzare sperando di ricevere la generosità e l'aiuto di tutti coloro che vorranno contribuire, che vorranno avere un pezzetto di partecipazione a tutta questa bellissima e commovente storia!
Intanto passano i mesi e manteniamo il costante contatto con Alain sulla salute dei nostri amici. Tutto prosegue bene, anzi meglio, ci racconta del suo prossimo trasferimento in un'altra casa, più bella, avrà più posto e potrà anche ospitarci. Ospitarci sì, perché abbiamo in programma di andare a trovare i nostri equini, organizzare magari una bella gita sociale appena arriva la primavera. A Perugia fa freddo, è umido, aspettiamo il bel tempo, tanto i cavalli stanno bene… o no?
….. così ci è stato detto …

Una terribile notizia (01 marzo 2018)
Una giornata come un’altra, ormai tramontata, è sera, la tv è accesa nelle case dei nostri soci e Striscia la Notizia è in onda.  Squilla il telefono della Presidente, è Daniele, il nostro consigliere, e quello che sta raccontando è inverosimile: a Striscia la Notizia stanno raccontando che l’Arca di Alo è sotto sequestro per condizioni inabilitabili per gli animali ma anche per gli umani. Fulmine a ciel sereno. I nostri cavalli sono là. I nostri cavalli. Velocemente la notizia corre per tutto il direttivo e ci sentiamo in tempo  reale tra sconcerto, rabbia e tristezza.

Non torna nulla 
Eh no che non torna, la data di sequestro risale già a tempo fa, ma da mesi sentiamo Alain che ci rassicura che va tutto bene. Com’è possibile? Cosa ci ha raccontato? Erano balle o cosa? Che gli è successo? Perché non ci ha avvisato? Da contratto aveva il dovere di farlo. Ci sentiamo raggirati, illusi, fregati, ma il problema va oltre alle nostre sensazioni…. Come stanno i cavalli? Come sono stati trattati? Cosa hanno provato? Noi saremmo dovuti scendere a breve a trovarli, già d’accordo con Alain che ci avrebbe ospitati appunto nella nuova casa…
Cristiana tenta spesso di parlare con Alain, ma non risponde oppure risponde raccontandoci cose che vanno al di là della realtà. Il nostro sconcerto aumenta ogni giorno.

Come investigatori
E così lo abbiamo scoperto da Striscia la Notizia. Ovviamente è nostra iniziativa, interesse e urgenza metterci in contatto con tutti gli enti competenti del sequestro per capire cosa è successo e dove sono i nostri cavalli. Da qui iniziano mesi di ricerca, di telefonate a Carabinieri, Forestale, Veterinari, Procura di Perugia. Il fatto accaduto è grave, è penale, sembra che gli abbiano portato via anche i suoi figli. Stendiamo un velo di silenzio attorno a noi e continuiamo incessantemente a indagare senza rendere pubblici i fatti, in attesa di avere fatti concreti.

Non riusciamo ancora a crederci....
Scopriamo che Big si trova affidato al Progetto Islander a Pavia ma Korano….. Korano è sparito. Infinite le telefonate per avere risposte alle nostre domande. Parliamo con tutte le forze dell’ordine per capire se sono stati presi giù i microchip, se ci sono stati decessi, se anche i decessi sono stati confrontati con il microchip di Korano, se Alain è stato interrogato, se sono stati trovati i passaporti, se c’è un veterinario che faceva le visite all’Arca di Alo, insomma, le domande sono davvero tante ma le risposte sono “stiamo indagando”.  Ci affidiamo quindi ad un avvocato poiché ormai i mesi stanno passando e se Korano non era già morto, lo sarebbe stato ora! Se era vivo, chi lo aveva? E’ stato ceduto? Rubato? Non è un automobile che può essere ritrovata dopo anni e non le succede niente. Stiamo parlando di un essere vivente, che ha bisogno di cibo, cure e che subisce la situazione con conseguenze. Interpelliamo la procura con una istanza per sollecitare le ricerche di Korano, ma non notiamo alcun riscontro per il cavallo perduto. La procura invece si concentra sul dissequestro di Big. Veniamo contattati per recarci a Pavia. Pavia non è dietro l’angolo, ma la vicenda è seria, tocca alla Presidente farsi carico anche di questa incombenza, nonostante le difficoltà.
 
Progetto Islander
Abbiamo così conosciuto Nicole che si occupa dei cavalli in questa struttura di recupero, prima solo con contatti telefonici, poi il nostro incontro il 14 giugno 2018. Scottati dall’esperienza con Alain, su cui quasi mettevamo la mano sul fuoco, ora siamo sfiduciati verso tutti poiché se una persona come lui ha potuto nascondere così bene la realtà, chiunque altro poteva farlo.
Per fortuna Nicole si presenta in gamba, cordiale, disponibile. La sua struttura è “vera” e il suo lavoro anche. Con lei parliamo chiaro: Naica non si occupa di cavalli, li abbiamo salvati perché siamo venuti a conoscenza delle loro condizioni e non abbiamo potuto volgere le spalle. Sì abbiamo commesso degli errori, perché ci siamo addentrati in un qualcosa molto più grande di noi, più grande dei nostri mezzi, delle nostre possibilità e senza un posto dove tenerli. Forse avremmo dovuto all’epoca rivolgerci fin dall’inizio alla forestale ma pensavamo di non fare in tempo, non avevamo fiducia delle vie ufficiali, delle loro tempistiche e procedure e abbiamo voluto agire subito noi con i nostri mezzi. Ma chi sapeva che queste povere creature avessero avuto tanta sfortuna anche dopo…
Portiamo quindi Nicole a conoscenza dei fatti e della nostra situazione. Non abbiamo un posto dove portare il cavallo, possiamo solo metterci alla ricerca di una nuova adozione e chiediamo a lei di poter ospitare Big e di iniziare una stretta collaborazione per trovare una nuova casa per questo sfortunato equino. Nicole acconsente ma i tempi non possono essere troppo lunghi. Ci sono tante spese e la struttura non può sostenerle costantemente e per tutti i cavalli che arrivano sequestrati. E’ un posto di passaggio. Restiamo così in accordi con Nicole e a breve ricominceremo con gli appelli.
Ma sarà dura. Abbiamo fatto esperienza: abbiamo cercato per un anno intero e alla fine abbiamo trovato una persona che non era quello che ci ha detto di essere. Siamo impauriti, conosciamo le difficoltà di adozione, conosciamo un po’ il mondo dei cavalli che gira soprattutto sul loro sfruttamento. E non possiamo dimenticare che Big ha già avuto troppi traumi, i cavalli sono sensibili, neanche non sappiamo quello che ha passato, né quando era a Ceggia, né cosa ho trovato nell’Arca. Il destino non può e non deve infierire su una creatura così docile e pure non più giovane. Potrà passare gli ultimi anni della sua vita in serenità?

http://www.progettoislander.it/

Come sta Big?
Nicole ci racconta che quando è arrivato a Islander è stato chiamato “flebo”. Big è giunto malmesso, con il flebo, è un miracolo sia sopravvissuto. Ora si sta riprendendo, ha ancora le sue solite ferite al collo ma vediamo che sono state medicate, tiriamo un sospiro, qui al momento è in buone mani.



E Korano?
Già, e Korano? Parallelamente alla nuova adozione di Big, dobbiamo pensare a ritrovare Korano. Non sappiamo davvero dove cercare, ma qualcosa dobbiamo fare. Certo è che Alain è imperdonabile. Non solo per quanto è accaduto ma anche perché ci ha tenuto all’oscuro di tutto. Anche un’altra domanda sorge? Se Daniele non avesse visto Striscia la Notizia, quand’è che saremmo stati contattati dagli Enti?

Dissequestro
La presidente di Naica firma le carte in presenza della forze dell’ordine e Big è dissequestrato. Sotto sequestro non sarebbe stato possibile darlo in adozione. Salutiamo Nicole e restiamo d’accordo che si inizia a cercare una nuova casa per lui. 

Ci si rimbocca nuovamente le maniche 
In tutto questo periodo non abbiamo avuto neanche tempo di pubblicare quanto accaduto, non solo perché la faccenda era penale e i cavalli sotto sequestro, ma non avevamo nemmeno la mente sgombra per pensare a questioni di contorno, per noi era importante solo occuparci dei cavalli direttamente. Ora che il dissequestro è stato fatto e che l’adozione di Big è una priorità, possiamo soffermarci e rendere pubblico questa nuova parte della storia dei nostri amici equini. E noi che volevamo il lieto fine…. Siamo ancora in tempo per augurarlo a Big e tenere le mani giunte nella speranza di trovare Korano vivo.
Torna sempre il problema denaro. Non abbiamo ancora recuperato un centesimo dalle ultime spese sostenute dai nostri soci che si sono autotassati. Le cose sono accadute troppo in fretta ed erano pure gravi. Non abbiamo fatto in tempo neanche a pubblicare l’adozione dei cavalli che ce li siamo trovati sequestrati. Da non credere. 
Dobbiamo quindi pensare a delle attività, a degli eventi, a collette e raccolte, non solo per rimborsare i nostri soci, almeno in parte, ma anche per aver pronto un fondo a cui attingere per eventuali altre spese come un nuovo trasposto o qualunque altra incombenza economica ci piombi addosso.

Ringraziamenti

Quando Alain ha portato via i nostri cavalli, e noi avevamo ogni tranquillità che fossero andati in un posto felice, eravamo intenzionati di pubblicare il lieto fine e i soliti dovuti ringraziamenti.
Le cose però sono cambiate, non c’è più il lieto fine, solo un altro triste capitolo della storia equina. Ringraziamo comunque tutti coloro che hanno contribuito alle pagine più belle del capitolo del salvataggio dei cavalli, a chi ha partecipato alle raccolte fondi, alla gita o chi è intervenuto direttamente ad aiutare noi e loro, a chi ha dato loro uno stallo, al veterinario Mellini e alla veterinaria Natalia. Un ringraziamento ad AgireOra per aver fatto girare il nostro appello in tutta Italia. Ora si ricomincia. Augurateci ogni bene. Grazie.


Contatti
Chiunque volesse adottare Big può contattare noi dell'Associazione Naica o anche direttamente il Progetto Islander.
Potete contattarci anche per donazioni, segnalazioni di oasi o strutture che potrebbero essere disponibili ad adottare Big. Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri social per essere aggiornati sulla storia equina e su tutte le nostre attività. Grazie per il vostro supporto!



2 commenti:

  1. Risposte
    1. Buongiorno Carola, non abbiamo paypal, non ancora, ma stiamo pensando di aprire anche questo servizio. Per ora possiamo ricevere donazioni attraverso bonifico, i cui dati sono in questo post. Grazie!
      Patrizia, presidente Naica

      Elimina